Descrizione e benefici

Descrizione e benefici

La vitamina C, nota anche come acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile essenziale per l’organismo umano, poiché non può essere sintetizzata endogenamente.

Cosa è VITAMINA C

La vitamina C, o acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile essenziale per l’uomo, perché il nostro organismo non è in grado di produrla.

  • Valido antiossidante
  • Migliora la salute cardiovascolare
  • Protezione da danni genetici al DNA
  • Favorisce la sintesi di collagene
  • Favorisce l’assorbimento del ferro
  • Migliora le difese immunitarie
  • Migliora il recupero nello sport
  • Riduce l’affaticamento generale

La Vitamina C (Acido Ascorbico), ha una struttura chimica simile a quella degli zuccheri a 6 atomi di carbonio ed interviene nella sintesi del collagene, delle catecolamina, della carnitina.
Inattiva i radicali liberi dell’ossigeno ed inibisce la formazione delle nitrosamina, composti cancerogeni che assorbiamo con gli alimenti.
Aumenta inoltre l’eliminazione del’istamina, facilita l’assorbimento del ferro ed aumenta la sintesi di interferone. La sua carenza provoca lo “scorbuto”, malattia nota da molti secoli, da cui deriva il termine “scorbutico”.
Diversi studi epidemiologici hanno analizzato il consumo alimentare di vitamina C ed il rischio di sviluppare neoplasie.
I risultati più significativi interessano il tumore dello stomaco, dell’esofago, della cavità orale, della faringe e della mammella.
Le persone con il consumo più elevato hanno un rischio circa due volte MINORE di sviluppare questi tipi di tumore rispetto alle persone con il consumo più basso. È stato dimostrato un effetto protettivo anche per l’assunzione di elevate quantità.

L’acido ascorbico interviene nel metabolismo del ferro.Il ferro alimentare è costituito da ferro emico e da ferro non emico. Quest’ultimo rappresenta l’apporto maggiore.
Il ferro emico contenuto nell’emoglobina e nella mioglobina (carne, pesce) è facilmente assorbito.

  • L’assorbimento del ferro non emico è molto limitato e l’acido ascorbico ne facilita l’assorbimento

Sono state avanzate parecchie ipotesi per spiegare il ruolo protettivo della vitamina C: proprietà antiossidanti, inibizione della sintesi delle nitrosamine e dei mutageni fecali, stimolazione delle reazioni immunitarie, stimolazione dei processi di disintossicazione da parte degli enzimi epatici.

Vitamina C e cataratta
Rischio di cataratta è 4 volte superiore (undici volte nelle localizzazioni posteriori) nelle persone con il consumo più basso rispetto alle persone con il consumo più elevato. In uno studio di intervento è stato evidenziato che le persone che avevano ricevuto un’integrazione di vitamina C (da 300 a 600 mg/giorno) hanno presentato un rischio di cataratta quattro volte minore.
La vitamina C potrebbe agire grazie alle sue proprietà antiossidanti proteggendo le proteine del cristallino.

Vitamina C e malattie cardiovascolari
Diversi studi associano la vitamina C a diversi tipi di fattori di rischio cardiovascolare.
Uno studio epidemiologico ha dimostrato una correlazione tra lo stato vitaminico più basso ed un aumento della mortalità coronarica.
La vitamina C potrebbe avere un ruolo protettivo aumentando il colesterolo-HDL e diminuendo la pressione arteriosa nonché l’aggregazione piastrinica.
Ricercatori britannici hanno scoperto che la somministrazione di vitamina C, a dosaggi maggiori di 500 mg al giorno, può migliorare lo stato dell’endotelio, il tessuto che riveste la superficie interna dei vasi sanguigni ed essere utile per la salute cardiovascolare in soggetti con diabete, aterosclerosi e insufficienza cardiaca.
L’endotelio aiuta a mantenere l’elasticità dei vasi sanguigni e partecipa alla regolazione dell’attività dei neutrofili, un tipo di globulo bianco con funzione di difesa dell’organismo contro le infezioni.

Vitamina C e struttura ossea
Esiste una correlazione positiva tra apporto di vitamina C e contenuto minerale osseo o densità ossea nelle donne in menopausa.

Vitamina C e patologia dentale
Uno studio epidemiologico ha dimostrato una correlazione significativa tra basso apporto alimentare di vitamina C e maggior frequenza di patologie dentali.

Vitamina C e cicatrizzazione
L’integrazione di vitamina C accelera la cicatrizzazione delle ferite in assenza di carenza. In queste tre ultime funzioni, la vitamina C potrebbe svolgere un ruolo tramite la sintesi del collagene.

La vitamina C svolge molti ruoli fisiologici nell’organismo: sintesi e metabolismo di diverse molecole, degradazione delle sostanze xenobiotiche, antiossidante, reazioni immunologiche.

La vitamina C provoca una diminuzione della sensibilità dell’organismo all’ista-mina tramite diversi meccanismi.

  • Aumento della degradazione e dell’eliminazione dell’istamina stessa.
  • Modulazione della sintesi delle prostaglandine ( PG) aumentando la sintesi delle PGE e diminuendo quella delle PGE che intervengono nella sensibilità all’i-stamina.
  • Aumento della concentrazione dei nucleotidi ciclici (cAMP e cGMP) tramite inibizione di un enzima di degradazione: la fosfodiesterasi.

Il cAMP controlla la liberazione dei mediatori dell’ipersensibilità (istamina, PGF2,…).

Bibliografia

Pullar, J. M., Carr, A. C., & Vissers, M. C. M. (2017). I ruoli della vitamina C nella salute della pelle.Nutrienti, 9(8), 866. https://doi.org/10.3390/nu9080866

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “VITA C 1000 (Maxi Formato – Scorta Annuale)”

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati

VITA C 1000 (Maxi Formato &#82...

59,00